Pdl, Cicchitto e Gelmini: “No all’Ici sulla prima casa e patrimoniale”

Pdl, Cicchitto e Gelmini: “No all’Ici sulla prima casa e patrimoniale”

Camera   legge costituzionale su pareggio di bilancio

Il capogruppo del Popolo della libertà alla Camera dei Deputati, Fabrizio Cicchitto, ha dichiarato in una nota che è indispensabile che la manovra sia insieme incisiva ed equa e proprio per questo motivo l’Ici sulla prima casa è “iniqua”. Dello stesso avviso anche l’ex ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini che a Tgcom24 ha ribadito le perplessità del suo partito sulla patrimoniale e sulla reintroduzione dell’Ici in quanto gli italiani investono i propri risparmi sulla prima casa. «Noi abbiamo la necessità di leggere le misure prima di esprimerci – ha asserito l’ex ministro Gelmini -, siamo disposti a fare la nostra parte per sostenere il Governo Monti per uscire dalla crisi».

La Gelmini ha precisato che ora è prematuro esprimersi sul Governo Monti poiché occorre lasciare il tempo al nuovo esecutivo per predisporre le misure economiche. Ha riconosciuto che è un Governo di grande competenza che il Popolo della libertà ha deciso di sostenere. Alla luce della drammatica crisi economico-finanziaria che ha colpito il nostro Paese e l’Europa, l’ex ministro Gelmini è comunque fiduciosa e ottimista per il futuro.

«Credo che riusciremo ad uscire da questa situazione – ha spiegato Mariastella Gelmini a Tgcom24 – perché l’Italia è un Paese forte. Fino a 15 giorni fa si pensava che i problemi fossero legati a Berlusconi, invece siamo di fronte a un caso Europa, i problemi dell’euro non possono essere circoscritti all’Italia. Oggi serve rafforzare l’euro». Intanto per domani è previsto un importante vertice a Milano tra il leader del Pdl, Silvio Berlusconi, e il leader della Lega Nord, Umberto Bossi, per cercare di ricucire i rapporti dopo la nascita del Governo Monti.

364

Segui NanoPress

Gio 01/12/2011 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Maria 2 dicembre 2011 21:08

Aggiungiamo no anche a leggi e controlli fiscali ,Indovina chi deve pagare?I soliti! lavoratori e pensionati.Fino a quando non si faranno leggi trasparenti contro la corruzione contro l’evasione fiscale contro le ingiustizie contro gli enormi e antidemocratici divari reddituali tra popolo e caste.Non ci sarà speranza per una vera democrazia e un futuro migliore.

Rispondi Segnala abuso
Seguici

© 2013 Trilud S.p.A. - P.iva: 13059540156 - Tutti i diritti riservati.

NanoPress News, supplemento alla testata giornalistica Tuttogratis.it registrata presso il Tribunale di Milano n°3 314/08